mercoledì 16 luglio 2008

L'arrivo dagli Elfi del Gran Burrone

San Pellegrino al Cassero - Pistoia
Giovedi 10 luglio 2008



Ho trovato la strada senza errore, l'uscita dall'autostrada e l'imbocco del sentiero giusto. L'indicazione del vecchietto montanaro era giusta.


(foto di andrzej dragan)

Bella sensazione sentirlo parlare di Gran Burrone, Piccolo Burrone e Casa Sarti con l'orgoglio di chi conosce bene la strada e non rimpiange il passato.
Quanti anni ha chiamato quei luoghi in altro modo.
Vent'otto anni fa erano Posola e Tirlotta o qualcosa di simile.

(Promemoria: la prossima volta stare più attento e prendere appunti)




Trovato il sentiero cominciamo a percorrerlo contenti con entusiasmo, volontà e tanti buoni sentimenti.
Tecnica di salita cittadina: dopo due minuti ci ritroviamo sudati e seduti.




Ad accoglierci un interrogativo Chicco.
Esclamativo poco convinto quando Lucio l'incaponito cercava di ricordargli 2 giorni d'ottobre di 5 anni fa.
Muto come un acca alla vista delle corde della chitarra. Il suo grazie la frase quando ormai gli giravo le spalle: "Ma io ti sposo".





Alessandra ci invita ad entrare e poi fa cenno di attendere, dà un'occhiata all'interno e si arrampica sulla scala a pioli che porta al piano superiore.
Tutto a posto, Saliamo per non perdere la descrizione della stanza in cui passare la notte.
C'è tutto, giacigli, candele, un libro e la vista sulla vallata. 5 + 1 stella.



Lucio ricorda l'umidità delle due notti d'ottobre e Jaco stabilisce che dormirà per terra.

Temo la visita del topo notturno anche se biologico.


La cena è pronta, gli elfi stringono i piatti e mangiamo tutti e quindici insieme nella nuova accogliente cucina.

Dopo il caffè prendiamo posto in terrazza col maglione invernale. Il tempo in frenata libera è vento tra le foglie del bosco.







Uno triplo ravvicinato squittio mi sorprende. Astro "assassino" ha catturato il topo notturno. Posso dormire tranquillo.

11 commenti:

  1. La candela? e la candela vi serviva propio in quel posto sperduto senza luce...
    comunque laprossima volta vi raggiungo con la mia poderosa Penelope... scommetto che in discesa vi supero pure :-)
    Ciao Grad Elfo

    RispondiElimina
  2. Mario Bellocchio...si si lo conoscevo tanti e tanti anni fa.....abitava in una casa con tanti alberi che creavano ombre....e una grande piscina....forse erano elfi...non lo so ma erano simpatici.....un caro saluto a tutti voi...simona ginestri.....ti ricordi???

    RispondiElimina
  3. Grazie per le foto.
    Mi hai fatto tornare alla mente i splendidi momenti vissuti nella valle degli elfi in questi giorni (sono appena tornato)
    Non avendo una macchina fotografica...le tue foto sono preziose per me :p

    Anzi...se ne hai altre me le manderesti?

    Ciao!

    RispondiElimina
  4. oi oi oi! io sono stata esattamente lì, però nel 2000, + o -!!!!
    che emozione sapere che le cose sono ancora così!!!
    ci tornerò la prossima primavera!!!
    mi piacerebbe sapere se c'è ancora un ragazzo che viveva da solo a piccolo burrone, nella casa prima di quella degli ospiti (arrivando dal sentiero)...ma temo d no: sono passati così tanti anni!!! sob! che nostalgia!

    RispondiElimina
  5. Ciao! io dovrei andare a trovare gli elfi a pasqua... so poco di loro, ma vorrei fare una piccola ricerca etnobotanica sul loro utilizzo di piante selvatiche. ho provato a mandare una lettera ma senza averne risposta... avete consigli, suggerimenti o indicazioni importanti? per chi c'è stato, posso presentarmi anche senza preavviso, in caso la lettera non l'avessero proprio ricevuta? grazie!! silvia

    RispondiElimina
  6. Si, puoi andarci anche senza preavviso, sono molto accoglienti.

    RispondiElimina
  7. Ciao! Sto faccendo un progetto di ricerca visitando tutti gli ecovillaggi che posso in Italia. Puoi aiutarmi a sapere come posso visitare gli elfi del gran burrone? Sto avendo tanto difficolta` trovare come contattarli o trovarli. Grazie!

    RispondiElimina
  8. Ciao Mario , le foto di Lucio e Jacki che parlano all' ombra di quella casa in pietra perduta tra i boschi del pistoiese mi fa venire in mente il vecchio saggio che narra le sue vicende al giovane ansioso di conoscere la verità della vita ! Che bello dagli Elfi , anche le foto sembrano rivelare il profumo di quei luoghi ! Baci , Ribo !

    RispondiElimina
  9. Ciao Mario, mi potresti contattare in privato? ho notizie degli elfi non piacevoli, vorrei un confronto con te che ci sei stato. ecco la mia mail vampirelady@hotmail.it
    aspetto, grazie

    RispondiElimina
  10. ci sono ancora gli elfi? vorrei andare a breve e sicura la zona?? grazie a utti

    RispondiElimina
  11. Che malinconia mi è venuta nel rivedere Gran Burrone ..... Io ci sono stato quattro volte a cavallo tra il 1994 e 1996 ..... L'ultima volta sono stato un mese e mezzo, dormivo nella stanza "biblioteca" al secondo piano della casa accanto dell'allora cucina....Ricordo tutti gli elfi che erano li in quel momento con immutato affetto. Anche Momo.....il cavallo

    RispondiElimina